Ricerca Casa Vacanza

 

Periodo di Ricerca

 

MANIFESTAZIONI - EVENTI

 

 

Maria SS dei Miracoli
Località:Alcamo
Dal:19-06 Al: 21-06
Alcamo. Maria SS dei MiracoliDescrizione:

La processione si svolge nei giorni 19 20 21 giugno.

La tradizione racconta che, nella metà del 1500, alcune donne che lavavano i panni presso un ruscello, furono ripetutamente colpite da una raffica di sassi. Esse si stupirono del fatto di non provare dolore nelle parti urtate ma, al contrario, beneficio.
Quando gli uomini andarono a cercare l’artefice di un simile scherzo non trovarono altro che un’icona della Vergine nascosta tra le macerie di una piccola cappella. Nei giorni seguenti si susseguirono diversi miracoli.

Da allora, ad Alcamo si venera la Madonna dei Miracoli. Ogni anno viene festeggiata con fuochi d’artificio e manifestazioni di vario genere. Durante la processione, la Madonna viene portata a spalla per le vie cittadine.

Alla Madonna dei Miracoli è dedicato un Santuario.

 

 

Madonna del Soccorso
Località:Castellammare del Golfo
Dal:19-08 Al: 21-08
Castellammare del Golfo. Madonna del soccorso_2Descrizione:

Castellammare del Golfo il 19-20-21 agosto si festeggia laMadonna del Soccorso, patrona della città.

Uno degli avvenimenti più significativi riguarda la rievocazione di unastorica battaglia navale tra Inglesi e Spagnoli, avvenuta nel 1718 proprio nello specchio d’acqua antistante il litorale di Castellammare.
La tradizione racconta che gli Inglesi erano riusciti ad abbattere le difese spagnole ed approdare sulla spiaggia. 
Gli abitanti spaventati allora invocarono l’aiuto della Madonna.
Questa apparve ai soldati inglesi vestita di bianco e circondata da uno stuolo di angeli, spingendoli alla fuga.
Da qui deriva l’appellativo di Madonna del Soccorso.

Personaggi in costume d’epoca, fuochi d’artificio ed appositi effetti sonori permettono di ripercorrere gli eventi storici simulando la battaglia in mare e l’incendio del castello.
A questo segue poi l’apparizione della Madonna dall’alto della collina.

Dopo che gli Inglesi fuggono dalla città, il popolo in festa accompagna la sua Salvatrice in processione,attraverso le vie del paese, fino alla spiaggia dove ogni pescatore sale sulla sua barca per un processione in mare. 
Molto bella l’atmosfera creata dai giochi pirotecnici.

Alla Madonna del Soccorso è dedicato un Santuario.

Quando: 19 – 20 – 21 agosto
DoveCastellammare del Golfo

 

 

Cronoscalata del Monte Erice
Località:Erice
Dal:19-04 Al: 19-04
Erice. CronoscalataDescrizione:

Ogni anno, solitamente nel mese di aprile, migliaia di persone assistono con fervore alla ormai nota manifestazione Ericina, da qualche anno inserita nel calendario delle cronoscalate internazionali.

La Cronoscalata del Monte Erice segue un percorso di circa 6 km molto coinvolgente soprattutto per coloro che amano la velocità e le competizioni. Il tragitto è in salita e presenta molte curve. Dalla valle alla vetta, ovvero da Valderice fino al rettilineo posto nei pressi del complesso monumentale San Giovanni di Erice.

Dietro i risultati eccellenti, che affascinano la folla, vi è un periodo preparatorio. Il venerdì si sottopone la vettura con cui si partecipa alla gara ad una verifica, il sabato si prova il percorso cercando di memorizzare le traiettorie ed infine la domenica si corre. Il percorso è allestito in modo dettagliato provvedendo, nei punti più rischiosi, a collocare delle gomme per evitare di sbattere. Le gente si posiziona in diversi punti, ognuno ha il posto preferito, che cerca di mantenere negli anni, e la propria preferenza sul corridore. La gara viene vinta da chi percorre il tragitto nel minor tempo possibile. La competizione è ad altissimo livello ed ogni anno la folla è sempre più concentrata e ammaliata dallo sfrecciare delle macchine.

La Cronoscalata del Monte Erice ha festeggiato nel 2007, la sua 50° edizione. L’affluenza degli iscritti è stata enorme, hanno partecipato anche piloti stranieri e la categoria auto storiche.

Da sempre è stata valida come prima prova del Campionato Italiano di Velocità Montagna, ma dal 2007, è valida anche come prima prova del Campionato Europeo.

Per chi volesse visitare Erice durante la Manifestazione, è possibile raggiungerla attraverso la funivia, un modo in più per osservare lo splendido panorama dall’alto.

www.monterice.it

 

 

Cene di San Giuseppe
Località:Salemi
Dal:19-03 Al: 19-03
Salemi. San GiuseppeDescrizione:

Nel giorno dedicato a S. Giuseppe, il 19 marzo, vengono allestiti degli altari in onore del Santo, chiamati “Cene di San Giuseppe”.

Questi sono riccamente decorati con arancelimoniramoscelli d’alloro e soprattutto con dei caratteristici pani che vengono lavorati dalle donne del luogo in modo da risultare delle vere e proprie opere d’arte.

I pani hanno forme molto varie che rievocano i motivi principali della simbologia pagana e cristiana: fiorifruttaanimali e quant’altro.

La preparazione degli altari è molto sentita tra la gente e li occupa per diverse settimane prima della ricorrenza.

La mattina del 19 marzo viene preparato un banchetto per la Sacra Famiglia, impersonata dai bambini della città. I bambini, accompagnati da una banda musicale, arrivano fino all’altare dove li aspetta un abbondante banchetto con numerose portate.

Potrete vedere le Cene già qualche giorno prima della festa di San Giuseppe e in tutta la settimana successiva.

 

Cous Cous Fest
Località:San Vito Lo Capo
Dal:21-09 Al: 25-09
San Vito. Cous Cous FestDescrizione:

Dal 1998 ogni anno, nel mese di settembre, grandi chef, gente di tutto il mondo e una moltitudine di buongustai si danno appuntamento nel piccolo paese di San Vito Lo Capo per un solo motivo: celebrare ilcous cous.

Cos’è il Cous Cous – E’ un piatto a base di semola di grano duro che fa parte della cucina di moltissimi paesi. 
In ognuno di questi, ha dato vita a tradizioni culinarie diversissime fra loro.
In Sicilia fu importato dagli Arabi. Qui viene tradizionalmente cucinato con il pesce ma esistono ricette che lo propongono con delle ottime varianti. 
E’ un piatto genuino, fatto di pochi e semplici ingredienti, ma dal gusto molto singolare.

Il Cous Cous Fest – Nel 1998 è nata a San Vito Lo Capo una manifestazione dedicata ad uno dei piatti più rappresentativi della cucina trapanese. Da allora, l’importanza internazionale dell’evento e l’approvazione del pubblico sono cresciuti costantemente.

Gli stand che si snodano lungo le vie cittadine ripropongono il cous cous preparato come vuole la tradizione locale e con le ricette tipiche dei vari paesi che sono accomunati dall’amore per questo piatto.

 

 

Festival degli Aquiloni
Località:San Vito Lo Capo
Dal:21-05 Al: 29-05
San Vito lo Capo. Festival aquiloniDescrizione:

Dopo il grande successo del 1° Festival Internazionale degli Aquiloni dello scorso anno (San Vito lo Capo, dal 23 al 31 maggio 2009) con ben 100.000 visitatori, la Trapani Eventi ®S.r.l e l’Associazione Culturale “Sensi Creativi”, in collaborazione con la Provincia Regionale di Trapani, il Comune di San Vito lo Capo ed ulteriori enti territoriali invitano tutti alla2ª edizione del Festival Internazionale degli Aquiloni –“Emozioni a naso in su!”, che si svolgerà dal 19 al 23 maggio 2010 anche quest’anno nella splendida spiaggia di San Vito lo Capo (Sicilia): sole, vento, mare ed esibizioni di aquiloni.
Numerosi aquilonisti italiani ed internazionali, dal Brasile, dall’India, dal Ghana, dagli USA, dalla Danimarca, dalla Germania, dalla Spagna, dalla Francia, dal Regno Unito. Ospite d’onore quest’anno sarà la delegazione cambogiana. Gli artisti del vento quest’anno esibiranno enormi “soft-kites” (aquiloni privi di stecche) dai movimenti sinuosi, aquiloni girevoli, multipli, orientali, antropomorfi, rettangolari e finemente dipinti, in carta e bambù, aquiloni di tutte le forme, dimensioni e colori.
Quest’anno una grande novità: il Sicily Kite Road Show, un tour con esibizioni di aquiloni che, dal 10 al 18 Maggio 2010, percorrerà con alcuni camper il paesaggio siciliano per un gioco sano ed emozionante. 
Tel. +39 0923 541441

Sito internet: http://www.festivalaquiloni.info 
Mail per informazioni: info@trapanieventi.it 
Orari: 10.00-19.00 tutti i giorni

 

Misteri di trapani
Località:Trapani
Dal:06-04 Al: 07-04
Ascesa Al Calvario - 13 gruppoDescrizione:

La Processione dei Misteri di Trapani è una tra i più antichi e i più lunghi riti religiosi italiani: si svolge a partire dal Venerdì Santo fino al mezzogiorno di Sabato.

I Misteri rappresentano la conclusione di una settimana piena di appuntamenti. Nell’aria vi è un’atmosfera molto particolare: le strade sono colme di gente, di ogni età e ceto, che ammira i Sacri Gruppi che sfilano lungo le vie del centro.

Attualmente le Maestranze, molto competitive tra loro, sono diciotto, più i due simulacri di Gesù Morto e di Maria Addolorata. Realizzati in legno, da artigiani trapanesi nel XVII e XVIII secolo, questi pesantissimi gruppi rappresentano la Passione e la Morte di nostro Signore Gesù Cristo. Per ogni simulacro vengono impiegati più di dieci uomini, chiamati “massari”.

Ognuno è allestito con addobbi floreali diversi e con preziosi ornamenti ed ha una bellezza singolare.

Nel loro procedere i massari effettuano diversi movimenti caratteristici, quali “l’annacata”, ovvero il dondolamento ritmico, “a vutata”, ovvero il giro, che sono determinati dal vivissimo suono delle bande musicali che accompagnano i gruppi di “Misteri”.

Uno spettacolo ancora più straordinario è durante la notte quando i simulacri che sostano a Piazza Vittorio, vengono circondati da una folla numerosa. L'atmosfera, le luci e l’odore dei fiori emanato da ogni gruppo, fanno si che nemmeno la stanchezza e il sonno possono spostare l’attenzione.

Misteri sono custoditi presso la settecentesca chiesa barocca delle “Anime Sante del Purgatorio”, da dove prende avvio questo inestimabile patrimonio che rende orgoglioso il cittadino Trapanese.

 

Gli altri riti della Settimana Santa nella Città di Trapani

La Settimana Santa a Trapani si apre il Martedì Santo con la Processione di “Maria Addolorata”, detta popolarmente “dei Massari” perchè invocata come “Maria Madre di Pietà dei Massari. La “vara”, contenente il dipinto della SS. Maria Addolorata, viene portata a spalla per le vie del centro storico, fino a Piazza Lucatelli, dove viene fatta sostare all’interno di una cappella e vegliata dai fedeli per tutta la notte fino alla sera del mercoledì, dopo l’incontro con la Processione della Madonna della Pietà del Popolo e lo scambio dei ceri.

Il Mercoledì Santo, sempre per le vie del centro, viene fatta sfilare la “Madonna della Pietà del Popolo”, curata dal ceto dei fruttivendoli. Il simulacro è costituito da due dipinti incastonati e contrapposti, uno raffigurante il volto della Madonna, l'altro quello del Cristo. La gente partecipa in modo entusiasmante a questo evento.

Il Giovedì Santo, in tutte le chiese, è possibile visitare il “Santissimo Sacramento”, chiamato popolarmente “Sepolcro”. Vengono allestiti gli altari con fiori bianchi, spighe, candele per venerare l’Eucaristia. Sia i fedeli che i curiosi accorrono numerosi a visitare i diversi sepolcri. Secondo la tradizione le chiese da visitare devono essere dispari e l’ultima deve essere la “Chiesa del Purgatorio”. Il Giovedì iniziano i preparativi per la processione del giorno successivo.

Il Venerdì Santo, nella chiesa di “Santa Maria di Gesù”, nel primo pomeriggio si svolge l’antica funzione della “Discesa della Croce”. La statua del Cristo, staccata dalla Croce e deposta su un lenzuolo bianco, viene portata in giro per la chiesa ed esposta alla venerazione dei fedeli per tutto il pomeriggio.

In questo stesso giorno, per le vie cittadine, si svolge anche la suggestiva Processione dei Misteri.